Sant’Andrea e Cotoncello, Isola d’Elba

DIFFICOLTA’ zampina

Abbiamo percorso questa passeggiata in primavera, comunque non in estate, in quanto le spiagge e la scogliera non sono affollate da bagnati e le nostre cagnoline Kyra ed Ela erano libere di camminare senza guinzaglio e fare un tuffo in mare non appena lo desiderassero.
Dalla strada provinciale da Marciana verso Pomonte, si arriva alla Zanca dove possiamo imboccare sulla sinistra la strada che scende verso Sant’Andrea (ben segnalata).
Vicino alla spiaggia è presente un parcheggio abbastanza ampio, ben segnalato sulla sinistra prima di arrivare al mare (a circa 100 metri). Ci sono una ventina di posti liberi e il resto è a pagamento con parchimetro.

La spiaggia di Sant’Andrea, seppur di modeste dimensioni (è lunga circa 150 metri e profonda massimo 10 metri), è graziosa e formata da una chiara sabbia granitica lambita da un mare turchese. Direttamente sulla spiaggia sono presenti diversi bar e ristoranti ben attrezzati, chiusi nella stagione fredda.
Sia a est sia a ovest della spiaggia, si può passeggiare su vaste estensioni rocciose, il granito è particolarmente bello, punteggiato da migliaia di bianchi cristalli di feldspato e tra aprile e maggio, la fioritura fucsia dei fichi degli Ottentotti è uno spettacolo.
Decidiamo di percorrere il tratto di scogliera che si trova alla destra della spiaggia guardando il mare. Infatti, troviamo un piacevole sentiero sulle rocce non molto lineare, ricco di sali e scendi, ma le nostre cagnoline non hanno avuto problemi. Arrivati al Cotoncello, una spiaggia di sabbia piccola, ma incantevole, Kyra ed Ela si sono messe a correre in acqua. Ela

E’ bene ricordare che se si vuole trascorrere del tempo sulla spiaggia è necessario portarsi un ombrellone o una piccola tenda per concedere ombra ai cani, inoltre nella bassa stagione i servizi di ristorazione sono chiusi quindi è importante portarsi dell’acqua.

Alla prossima! Nory, Manu con Kyra ed Ela

Cotoncello3