ESPIGUETTE BEACH, (Francia)

DIFFICOLTA’ zampina

Siamo nel sud della Francia in agosto, precisamente nella splendida Camargue. Per raggiungere questa meravigliosa spiaggia, lunga circa 18 km con dune alte fino a 12 metri, bisogna dirigersi verso il Grand du Roi  e seguire le facili indicazioni per l’Espiguette. Superati i numerosi maneggi che permettono giri a cavallo sulla spiaggia, nei pressi dell’ultima rotonda seguire le indicazioni per il campeggio poichè l’accesso principale della spiaggia è interdetto ai cani.
Lasciata l’auto nel comodo e ampio parcheggio (gratuito), camminiamo almeno un chilometro in un tratto di terra rossa ben battuta prima di toccare con i nostri  piedi la sabbia finissima di questo deserto che compare così, all’improvviso.
Iniziano le dune che ovattano il suono del mare che si staglia in lontananza e che riesco a vedere limpido e blu solamente salendo in cima alle dune.
Uffa è scatenata, la sabbia morbida e il vento la gasano come se fossimo sulla neve di montagna, corre a perdifiato arrampicandosi sulle dune per poi tuffarsi a rottadicollo verso il mare… E’ un parco giochi.

20190816_101117
Sulle dune a perdifiato

Mi incammino lentamente verso il mare che sembra non arrivare mai, la mia amica è già in acqua a sguazzare incitandomi e abbaiando tra il rumore del vento e delle onde; poso il mio bagaglio e senza pensarci mi ritrovo a nuotare anche io in questo caldo mare cristallino.

Finito il bagno torno sulla spiaggia, apro l’ombrellone e finalmente inzio a godere di questo luogo meraviglioso. Davanti il blu del mare, alle mie spalle il colore vivo della sabbia e le curve docili e mutevoli delle dune. Come colonna sonora un vento fresco mai fastidioso. Uffa esce dall’acqua e ovviamente inizia ad incalzarmi per farmi tornare in acqua. E ovviamente ci riuscirà. A volte mi domando se sono io che addestro lei o viceversa…

IMG-20200317-WA0055

Come sapete io e Uffa amiamo la montagna, tuttavia non disdegnamo il mare soprattutto se possiamo fruirne in spazi aperti e di ampio respiro come lo è stato l’Espiguette.
E’ bene ricordare che è d’obbligo (non consigliato) frequentare le spiagge al mattino presto o verso il tramonto (così facendo oltretutto non abbiamo avuto problemi al parcheggio). Altrettanto importante è avere un ombrellone oppure una piccola tenda dove il cane possa stare riparato dal sole. Acqua da bere a volontà (non sono presenti bar o fontane) e bagnare spesso il cane per rinfrescarlo qualora non amasse entrare in mare. Non un problema di Uffa questo. Ovviamente rientrati alla base sciacquare con acqua dolce il pelo del nostro amico.

Alla prossima!

20190816_095106